Emergenza Coronavirus (COVID-19) Scopri Orari

Sintomi Celiachia

Quali sono i sintomi della celiachia e quali sono i fattori di rischio più comune

Come per tutte le altre patologie se si sospetta di essere affetti da celiachia è bene anzitutto rivolgersi al proprio dottore di fiducia. Il tuo medico di famiglia saprà, infatti, consigliarti nella maniera più appropriata e valuterà con te il tuo passato clinico così da poter far maggiore chiarezza e nel caso indirizzarti per l’esecuzione di un test specifico. Non appena introdotto del glutine nell’organismo, gli anticorpi si attivano, provocando una reazione anomala rifiutando il complesso

proteico e danneggiando nel contempo le pareti intestinali. Le reazioni sono variegate da persona a persona ed è per questo che la celiachia è da ritenersi una malattia subdola e a volte di difficile anamnesi se non attraverso un esame specifico. In alcuni casi, infatti, i sintomi sono talmente lievi che il soggetto affetto da celiachia convive con la patologia per anni senza rendersi conto della propria anomalia (celiachia silente).

Quali sono i Sintomi?

Solitamente circa un terzo delle persone colpite dalla malattia soffre di diarrea mentre la metà accusa una perdita di peso.

I sintomi più correlati alla celiachia sono:
- anemia dovuta alla carenza di Ferro e Vitamine;
- rischio di osteoporosi precoce, dovuta alla carenza di vitamina D e alla difficoltà di assorbire il calcio;
- dermatite erpetiforme o aftosi orale;
- debolezza generale spesso associata a cefalee e malessere;
- ansia, irritabilità e disturbi di natura psicologica;
- diarrea, flatulenza, gonfiori addominali e disturbi;
- aumento delle transaminasi.

A questi sintomi della celiachia, nel tempo possono aggiungersi altri disturbi ben più gravi come ad esempio ipotiroidismo, alopecia o anche diabete e addirittura, qualora la celiachia venga del tutto trascurata vi è anche il rischio di sviluppare tumori intestinali.


Esistono fattori di rischio?

E’ stato accertato che la celiachia ha una componente genetica.
Gli individui che hanno quindi un fratello o che sono figli di un paziente affetto da questa patologia hanno più probabilità di sviluppare la malattia nel corso della vita.E’ bene sottolineare, però, come la celiachia non sia trasmissibile per via infettiva e che, con l’eliminazione del glutine, un paziente colpito da tale patologia non abbia di che temere per la sua salute, potendo vivere una vita sana e normalissima.


Qui a Milano Senza Glutine abbiamo un gran numero di prodotti gustosi e pensati appositamente per una dieta Gluten Free, scopri tutte le nostre succose offerte e promozioni esclusive!